Social Media Report: come creare la reportistica dei tuoi canali social

Chi lavora nel mondo del digital deve fare i conti con la realizzazione di un Social Media Report.
Quando si decide di applicare una strategia ai propri canali social è importante monitorare l’andamento della performance e valutare con attenzione i risultati.

Uno strumento fondamentale per tenere traccia e racchiudere i dati necessari è un social media report che contenga l’analisi dei dati del periodo preso in considerazione.

Questo aiuta a gestire e scegliere i contenuti a seconda delle performance. Infatti, è d’aiuto considerare le metriche principali che possano aiutare a comprendere il coinvolgimento e l’apprezzamento dell’audience per andare incontro agli interessi dimostrati.

Come impostare un report  

Come detto in precedenza, il successo di una strategia a livello social è dato anche dall’analisi dei contenuti proposti ai propri follower.
Per questo motivo è necessario raccoglierli per poterli approfondire al meglio e comprendere i punti di forza e di debolezza.

Per poter impostare il Social Media Report è importante avere ben chiaro l’interlocutore finale che andrà a leggere i risultati.
Questo è un dato fondamentale perché permette di capire quanto debbano essere dettagliati i commenti da inserire all’interno del documento.

Se si è di fronte ad un cliente, sarà utile differenziare la tipologia di comunicazione e di suggerimenti all’interno del piano, rendendoli semplici, facilmente leggibili e interpretabili.

Fonte: Piktochart

A questo punto si procede con la preparazione del documento.
Spesso si sceglie il formato presentazione, in quanto risulta essere quello più fruibile e d’impatto rispetto agli altri, dando anche la possibilità di inserire grafici e tabelle che possano spiegare al meglio la situazione.

Una volta deciso il formato adatto, si procede con l’inserimento dei dati.

Si deve partire da una panoramica che coinvolga gli aspetti più importanti:

  • Profilo analizzato con eventuali caratteristiche e note da tenere a mente;
  • Obiettivi prefissati;
  • Piattaforme analizzate;
  • Periodo di tempo preso in considerazione (può variare a seconda della richiesta, da pochi giorni a un mese, fino a semestri).

Quando si possiedono le informazioni base, si può procedere con l’analisi dei dati forniti dalle piattaforme.
Sui social è presente una sezione chiamata Insight che riporta le metriche più importanti rilevate nel periodo considerato.

A supporto di ciò, però, possono essere utilizzati alcuni strumenti a pagamento che riescono a fornire un’analisi più approfondita, offrendo anche alcuni grafici molto utili da inserire nella presentazione.

Cosa inserire nel Social Media Report?

Una volta presentata la panoramica del profilo, gli obiettivi e le piattaforme analizzate, ci si addentra nello specifico.

Si presenta la situazione su ogni canale, precisando le metriche fondamentali per ognuno: reach, visualizzazioni, engagement, impression, like, commenti e condivisioni.

Per rendere il tutto più chiaro possono essere inseriti grafici, immagini e tabelle che riassumino l’andamento dei post sui canali.

Può essere utile inserire i post con le migliori performance, aggiungendo visual e copy con i risultati. Inoltre non andrebbero escluse le performance in negativo, affinché siano prese in considerazione per la realizzazione dei contenuti successivi.

Infatti, così facendo, è possibile soffermarsi su cosa non abbia funzionato e cosa può essere inserito e migliorato nei vari canali per attrarre l’attenzione dell’audience.

Social media report-smarTalks
Fonte: Agency Analytics

Un altro aspetto fondamentale è l’analisi dell’audience, verificando se essa corrisponda con gli obiettivi prefissati.

Quando si attua una strategia si ha già bene in mente il target di riferimento e il tone of voice ideale per il proprio pubblico.

Valutare che le persone che interagiscono con i contenuti siano effettivamente parte del target di riferimento è cruciale per il successo di una strategia. Questo tipo di analisi può fornire insight preziosi sulla rilevanza e sull’efficacia della tua strategia di comunicazione.

Inerente all’audience, un altro punto importante da analizzare è il sentiment, ovvero la percezione positiva, neutra o negativa che le persone hanno nei confronti dei contenuti postati.

Infatti, vengono analizzate le parole utilizzate nei commenti e nei repost per poter capire in che modo il contenuto sia valutato e il grado di soddisfazione.

Tutti questi suggerimenti possono aiutare a costruire un social media report completo e che abbia i giusti commenti e spunti per migliorare la strategia adottata.

È importante tenere a mente gli interessi dell’audience e avere una strategia coerente con gli obiettivi prefissati al fine di performare al meglio.

Solamente in questo modo si può continuare a progredire sui social media, poiché la coerenza è ciò che più ripaga.

Categorie:
Condividi:

smarTletter

La newsletter che ti racconta il marketing in modo smarT.

Articoli correlati

Hai trovato le risposte che cercavi?

Se la risposta è sì, non ti resta altro da fare che conoscerci per capire se facciamo al caso tuo!