L’utilizzo di Telegram per la social media strategy

Si è spesso sentito parlare di Telegram come un applicazione di messaggistica istantanea dove poter scambiare idee, news, immagini e video senza però considerare l’elevato potenziale di marketing che potrebbe avere per un’azienda.

Le numerose funzionalità di questa app la rendono un ottimo competitor per il famoso colosso Whatsapp Business, oltre che un’interessante opportunità per le aziende per aumentare la portata dei loro contenuti su un canale in cui gli utenti si sentono a proprio agio.

Telegram
Telegram. Fonte: Libero Tecnologia

Fare marketing su Telegram

Uno dei principali motivi per cui un brand dovrebbe prendere in considerazione l’utilizzo di Telegram nella social media strategy è senza dubbio l’elevato numero di utenti coinvolti nell’applicazione: ad oggi si contano circa 500 milioni di utenti attivi con prospettive di crescita continua per il futuro.

Telegram
Canale Telegram aziendale. Fonte: Salvatore Aranzulla

Ciò che rende unico questo strumento è la possibilità di andare oltre le semplici chat di gruppo creando dei veri e propri canali di comunicazione pubblici e visibili ad un numero illimitato di iscritti. Il vantaggio è che questo tipo di comunicazione può diventare unidirezionale: un’azienda può comunicare con i propri clienti senza ricevere le loro risposte dando vita ad una sorta di newsletter.

Il vantaggio dei BOT

Nell’ambito dell’interazione con il consumatore uno dei vantaggi di Telegram è la possibilità di usare i BOT, programmi che consentono di automatizzare l’invio di messaggi pubblicitari. Attraverso questi si è in grado di offrire numerose funzionalità. Ad esempio, possono rispondere automaticamente alle domande di base, inviare foto ai clienti o preparare questionari a seconda delle esigenze dell’azienda e del pubblico a cui si rivolge.

Questo rappresenta un valore aggiunto, in quanto gli utenti si sentiranno coinvolti ed ascoltati da un brand che riconosce i loro gusti e bisogni.

telegram
Forbes NewsBot su Telegram. Fonte: Forbes

Privacy e dati sensibili

È indispensabile sottolineare come il successo dell’applicazione derivi dalla possibilità di scambiare contenuti in totale privacy e sicurezza. Infatti, per poter chattare con qualcuno non è necessario conoscere il numero di telefono ma semplicemente il nome utente utilizzato.

In questo modo, anche per chi la utilizza come strumento business sarà più semplice garantire agli utenti il rispetto della privacy e dei dati, in quanto chi si iscrive al canale dell’azienda lo fa in completo anonimato senza rivelare dati sensibili.

Ulteriori punti di forza

In aggiunta ai vantaggi sopra citati, esistono ulteriori motivazioni per cui un’azienda dovrebbe utilizzare Telegram come strumento di marketing. Ad esempio:

  • È completamente gratuita e scaricabile da chiunque;
  • Non richiede spazio in memoria: l’applicazione si basa su un sistema di archiviazione cloud, pertanto tutti i contenuti multimediali vengono salvati online e non sullo smartphone;
  • Copertura più ampia: la possibilità di poter chattare pubblicamente con un numero illimitato di utenti rende i contenuti accessibili ad un pubblico molto più ampio;
  • Segmentazione degli utenti: i BOT permettono di filtrare i contenuti a seconda dei gusti e delle esigenze di ogni utente creando così diversi segmenti;
  • Fidelizzazione degli utenti: l’alto livello di privacy e sicurezza e la selezione dei contenuti a seconda della tipologia di cliente rendono la relazione di fiducia tra brand e consumatore molto più intensa.

Un ottimo alleato per il futuro

Se analizziamo gli scenari futuri del mercato dell’instant messaging notiamo subito che si tratta di un mercato che è cresciuto a ritmi sbalorditivi negli ultimi anni e che prevede trend di crescita altrettanto elevati. Pertanto, se utilizzato in sinergia con altri mezzi digitali, Telegram rappresenta una soluzione vincente nella strategia social aziendale per raggiungere il pubblico in tempo reale.

Per qualsiasi segnalazione relativa al contenuto dell’articolo, contattaci pure a [email protected] fornendo tutte le informazioni necessarie per risolvere tempestivamente la segnalazione.

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp