Alla scoperta del Black Friday tra origini e tendenze

È tradizione, ormai da anni, per gli acquirenti statunitensi recarsi a fare acquisti in negozi e centri commerciali locali il giorno dopo il Ringraziamento: a tale tendenza è stata riconosciuta una precisa denominazione, ormai accolta e accettata dalla cultura popolare.

Si parla infatti di Black Friday, giorno diventato l’inizio non ufficiale della stagione dello shopping natalizio.

Ogni anno cade nel primo venerdì dopo il giorno del Ringraziamento, festività tipica degli Stati Uniti d’America festeggiata il quarto giovedì di novembre, e quest’anno sarà il 26 novembre.

Fonte: cssnews.it

Il Black Friday nasce come giornata dedicata a sconti, promozioni, offerte e prezzi al ribasso su prodotti di ogni categoria, applicati sia online che direttamente in store; dalla sua nascita negli Stati Uniti ha trovato presto la sua diffusione in tutto il mondo, diventando un appuntamento fisso e atteso per la maggior parte degli acquirenti che approfitta dei vantaggi economici speciali per iniziare con i primi regali in vista delle festività natalizie.

Qual è il significato del termine?

Prima che il settore della vendita al dettaglio si appropriasse del termine Black Friday, questo aveva un significato diverso, che niente aveva a che fare con il riferimento cui lo associamo oggi. Solitamente, quando un giorno è preceduto dalla parola “nero” si tende ad associarlo ad un evento negativo: il primissimo uso del termine risale al 1869, giorno in cui il crollo dei prezzi dell’oro ha causato un crollo del mercato, i cui effetti sono stati avvertiti dall’economia statunitense per anni.

Secondo Huffpost, le prime menzioni del Black Friday come lo intendiamo oggi si registrano intorno agli anni ’50 o ’60 a Filadelfia, coniate dalla polizia stradale: si ritiene infatti che il dipartimento locale abbia utilizzato il termine per descrivere gli ingorghi e l’affollamento intenso tra i negozi al dettaglio del centro.

L’ipotesi più attendibile ha però a che fare con i registratori di cassa e i libri contabili dei rivenditori che all’epoca si compilavano a penna, usando inchiostro rosso per i conti in perdita e nero per i conti in attivo: proprio grazie alle promozioni, il venerdì successivo al Ringraziamento vedeva appunti sempre scritti in nero grazie alla grande affluenza di acquirenti.

Si racconta anche che i grandi magazzini di Philly abbiano tentato di allontanarsi dal nome originariamente negativo, proponendo in alternativa di chiamarlo Big Friday, ma il rebranding non è andato a buon fine e si parla infatti sempre di Black Friday.

Il grande successo riscosso da questa iniziativa è stato talmente importante da generare un altro appuntamento fisso annuale, il Cyber Monday, che, come si deduce dal nome, cade nel lunedì successivo al giorno del Ringraziamento e si concentra principalmente su sconti e promozioni online dedicati agli acquisti di prodotti elettronici e tecnologici.

La sua origine, tuttavia, è recente: nel 2005 la National Retail Federation, la più grande associazione di commercianti al dettaglio al mondo, introdusse questo termine per promuovere gli acquisti online, applicando sconti per invogliare i consumatori allo shopping in previsione del Natale.

Il Cyber Monday, nel corso degli anni, si è inserito nella tradizione del  mercato ed è oggi considerato come il proseguimento del Black Friday, dando così vita a quella che viene definita Black Week, un’intera settimana di promozioni su ogni genere di prodotto.

Dati e statistiche degli ultimi anni

Drive Research, l’americana società di ricerche di mercato, ha condotto nel corso del 2020 e dei primi mesi del 2021 alcune indagini sulla percezione del prossimo appuntamento di scontistiche del mese di novembre, individuando precise tendenze e avanzando previsioni statistiche.

Secondo i dati, è chiaro che lo shopping online regnerà ancora supremo, anche se si prevede che la partecipazione al Black Friday di persona aumenterà probabilmente per la prima volta dal 2018, dati gli ultimi cambiamenti di modalità d’acquisto imposti dalla situazione Covid-19.

Le analisi, condotte su circa 1.000 individui americani, mostrano che:

  • Abbigliamento, accessori ed elettronica saranno gli articoli più acquistati durante la Black ​​Week 2021;
  • Il 52% dei consumatori prevede di acquistare online per il Black Friday 2021, mentre il 35% lo farà di persona;
  • Il 45% degli americani effettuerà acquisti durante il Cyber ​​Monday, rendendolo il secondo giorno di shopping più grande del 2021;
  • Si prevede un aumento del 119% dal 2020 e del 21% dal 2019 per quanto riguarda il tasso di acquisto di persona.
acquisti black friday 2021
Fonte: DriveResearch

Adobe, invece, grazie alle sue Adobe Analytics, ha rilevato che i consumatori americani hanno speso 34,4 miliardi di dollari durante la Cyber ​​Weekend del 2020, che rappresenta un 20,7% in più rispetto all’anno precedente, mentre le vendite globali, stando a quanto riportato da Salesforce, hanno raggiunto la cifra record di 270 miliardi di dollari, con un aumento complessivo del 36% del commercio digitale e una crescita del 22% rispetto al 2019 nel numero di consumatori che hanno partecipato alla settimana di offerte.

La situazione italiana

Facendo un focus sul mercato italiano, i dati raccolti da Idealo mostrano che le ricerche online nella giornata del Black Friday 2020 sono aumentate del +25% rispetto all’anno precedente ed emerge inoltre che nell’intero mese di novembre si è registrato un forte aumento, pari al 65% in più, di intenzione di acquisto rispetto allo stesso mese del 2019: tali dati indicano quindi che già nelle settimane precedenti le offerte e promozioni hanno indotto ad anticipare gli acquisti rispetto al venerdì nero.

Black Friday Italia
Fonte: Idealo

Inoltre, se nel corso del Black Friday 2019 i consumatori online avevano espresso le proprie preferenze di acquisto, posizionando Apple tra i migliori prodotti da acquistare nel 2020, il prodotto più cercato nel 2020 è stata la console PlayStation 5.

In America, invece, i prodotti più venduti in questo periodo nello scorso anno, secondo Adobe Analytics, sono stati Hot Wheels, Super Mario 3D All-Stars, Animal Crossing, AirPods e Apple Watch.

Cosa aspettarsi dal Black Friday 2021

La società di analisi dei dati al dettaglio Sensormatic Solutions prevede che il Black Friday rimarrà il giorno di shopping più impegnativo del 2021 negli Stati Uniti.

L’anno scorso i rivenditori hanno registrato un numero record di acquirenti del Black Friday online, che ha superato i 100 milioni per la prima volta, quindi, nonostante la chiusura dei negozi fisici, la pandemia non ha avuto un impatto estremamente negativo sui comportamenti di acquisto dei consumatori. Tuttavia, il Covid-19 ha influenzato le modalità di spesa e, secondo Mintel, il trend dei consumatori globali per il 2021 si avvierà verso una “nuova normalità” dello shopping.

Ecco alcuni dei punti chiave dei report:

  • Aumento della domanda per i marchi che supportano i cambiamenti sociali;
  • I consumatori cercano marchi che abbiano un impatto positivo sulla loro comunità locale;
  • I valori ricercati nelle mission aziendali sono accessibilità, convenienza e durata;
  • Maggiore dipendenza dalle esperienze digitali per connettere i marchi ai consumatori;
  • Le vendite online combinate per il giorno del Ringraziamento e il Black Friday dovrebbero superare i 17 miliardi di dollari.

Per quanto riguarda i prossimi trend di acquisto si prevede che il commercio digitale continui ad imporsi come principale canale di acquisto per la maggior parte dei consumatori: il Covid-19 ha decisamente giocato un ruolo fondamentale, influenzando il comportamento e le modalità di spesa.

ricerche utenti black friday
Fonte: Semrush

È previsto inoltre che sempre più consumatori decidano di combinare la comodità degli ordini online con la comodità delle opzioni di ritiro in negozio e nei punti di consegna locali, permettendo così ai retailer di tutto il mondo di vedere una forte crescita delle entrate digitali per l’intera stagione natalizia. Grazie a questa nuova modalità di consegna, a livello globale si stima che verrà registrata una crescita del fatturato digitale del +95% rispetto al 2019.

Sebbene non siano ancora del tutto definite le prossime tendenze, dato anche l’andamento della pandemia, i brand stanno impiegando le loro forze nello scoprire e definire le precise intenzioni di acquisto e i comportamenti degli acquirenti, sia online che offline: infatti, le impressioni e le strategie create durante la Black Week sono fondamentali nella determinazione delle future attività. Data la corsa alle promozioni, prevista per il mese di novembre, alcuni esperti di marketing cambiano tattica, iniziando a promuovere offerte speciali settimane prima del Ringraziamento, per anticipare il mercato.

Per qualsiasi segnalazione relativa al contenuto dell’articolo, contattaci pure a [email protected] fornendo tutte le informazioni necessarie per risolvere tempestivamente la segnalazione.

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp