Green Pea: un nuovo modo di fare retail

Ecco il nuovo progetto della famiglia Farinetti, nato a Torino, accanto a Eataly Lingotto, dove più di 10 anni fa tutto ebbe inizio. Formato da 15.000 metri quadrati articolati su cinque piani: Life, Home, Fashion, Beauty e Otium Pea Club, dedicati all’energia, al movimento, alla casa, all’abbigliamento e al tempo libero.

Più di 100 Partner e un pisello verde su ogni prodotto in vendita, simbolo di una vera e propria inversione di rotta nella produzione e nel consumo, all’insegna del claim “From duty to beauty”.

Where is possible to change the world, but to change the world, you need to change your life“. Queste sono le parole di Oscar Farinetti, quando gli si chiede il perché di Green Pea.

Green Pea
Fonte: greenpea.com

Contro ogni tendenza portata dal Covid-19, il 9 dicembre 2020 questa nuova concezione di centro commerciale ha aperto le sue porte al pubblico.

I partner commerciali sono tantissimi e sono distribuiti sui vari piani delineati in aree tematiche :

  • Life: proposte dei Main Partners FCA, Enel X, UniCredit, Mastercard e come Partner tecnologico Samsung. E poi ancora, il Green Pea Discovery Museum, la Città di Torino, Smat e Argo.
  • Home: oltre 40 Partner tra i quali Whirlpool, Valcucine, Roda, Riva 1920, Pianca, Rubelli, Artemide, Driade e Fontana Arte, sotto la guida del Home Brand Director Pierangelo De Poli.
  • Fashion: i “migliori marchi della moda sostenibile italiana e internazionale” tra i quali Borbonese, Timberland, PT Torino, Patagonia, Drumohr,  North Sails, Dedicated e Ortigni sotto la guida del Fashion Brand Director Roberto Orecchia. E poi sartoria del passato e del futuro, con la avatar Factory Igoodi.
  • Bellezza: “le migliori firme italiane dell’abbigliamento”: Ermenegildo Zegna, Brunello Cucinelli, Herno e SEASE – proporranno concept store dedicati a Green Pea. Parallelamente, cosmesi, libri, cultura e cibo, insieme.

Tutto assolutamente in chiave ecosostenibile.

Il building

Il building è progettato come un elemento innovativo e resiliente, sostenibile in ogni suo dettaglio. Una struttura avveniristica che è, essa stessa, il manifesto di Green Pea. Immaginato come l’edificio più sostenibile e più bello possibile, dimostra l’efficacia della produzione di energia attraverso l’impiego di fonti rinnovabili, che garantiscono alta efficienza e riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera.

L’edificio è infatti alimentato tramite pozzi geotermici, pannelli fotovoltaici e solari, elementi per la captazione di energia eolica e per il recupero dell’energia cinetica.

Proprio al piano terra della struttura si trova il GP Discovery Museum: percorsi adatti a tutte le età, utili per scoprire il funzionamento di queste tecnologie nel modo più efficace, attraverso esempi da toccare con mano.

Green Pea
Green Pea: il Building, fonte greenpea.com

Il nuovo shopping ecosostenibile

Ogni prodotto all’interno è reso unico dalla presenza del famoso pisello verde, simbolo della realizzazione, in armonia con la natura, per essere durevole nel pieno rispetto ambientale e sociale.

L’aspetto didattico, come in tutte le creazioni “Farinettiane”, non manca. Ogni singolo cartello, ad esempio, spiega la provenienza dei vari prodotti all’interno di Etaly, ai corsi su come impastare, come si fa il vino e come si degusta la birra all’interno di Fico a Bologna.

Anche in questo caso, ad esempio, il piano terra si pone come museo per spiegare ai bambini, insieme ad Iren, come funziona una centrale idroelettrica. Sono presenti anche gli elementi di natura scenico-simbolica, come il pavimento che produce energia camminandoci sopra e le biciclette per caricare il cellulare.

“Green Pea è un posto dove i bambini possono venire a vedere e a toccare delle cose realizzate per loro, per il loro futuro” Oscar Farinetti.

Green Pea
Green Pea Rooftop, fonte: greenpea.com

All’ultimo piano accade la vera magia. Una tra le grandi invenzione applicate in Green Pea è la prima piscina a sbalzo di Torino, con vista sulle Alpi e sulla collina: lunga 20 metri, 12 dei quali sospesi nel vuoto. Tutto a un altezza di 21 metri. Utilizzerà solo acqua piovana recuperata e purificata, fresca d’estate e calda d’inverno. Si potrà inoltre nuotare con vista anche a Natale.

Perciò, Green Pea rappresenta il modello di retail della futura società di consumi: crea un nuovo rapporto con la natura educando il consumatore conducendolo verso il senso del rispetto e dell’armonia dell’ambiente, utilizzando fonti energetiche rinnovabili e riciclando i rifiuti di ogni genere.

+7
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Comunicazione

La psicologia dei colori nella pubblicità

La psicologia e le neuroscienze confermano ormai che i colori, se usati sapientemente, possono diventare un importantissimo strumento di marketing e comunicazione soprattutto in ambito

Leggi »