Elon Musk lancia una linea di tequila firmata Tesla

Dai motori alla tequila

Automobili, metodi di pagamento,mezzi aerospaziali: le idee di Elon Musk sono infinite. Ne è l’ennesima prova la “Tesla Tequila“, lanciata a inizio mese dalla casa automobilistica Tesla.

Il liquore, che costa $ 250, si presenta in una bottiglia di vetro soffiato a forma di fulmine, ed è prodotta da Nosotros Tequila, un brand di superalcolici operativo nel sud della California.

Tequila by Tesla
Tequila by Tesla. Fonte: Tesla

La bottiglietta dalla linea lussuosa richiama un po’ le stesse automobili Tesla: intense ed elettriche.
Le scorte sono state rapidamente esaurite in poche ore dal lancio, con ordini limitati a due bottiglie ciascuno e resi disponibili solo in alcuni stati dell’America.

Dagli scherzi ai fatti

Non si tratta di un colpo di fulmine: il progetto era in cantiere da anni. Il tutto iniziò come un semplice Pesce d’Aprile nel 2018, quando Musk aveva scherzato sul fatto che il prodotto si sarebbe chiamato “Teslaquila“, postando addirittura su Twitter una foto del presunto prototipo.

Il tweet del prototipo
Il tweet del prototipo. Fonte: Twitter, Elon Musk

In quella serie di Tweet, l’imprenditore ha scherzato nuovamente dicendo di essere stato “trovato svenuto su una Tesla Model 3, circondato da bottiglie di Teslaquila”, marchio che ha fatto poi registrare ufficialmente nell’ottobre 2018.

Il processo produttivo

Il sito web di Tesla descrive il liquore come “un’esclusiva tequila añejo 100%, prodotta con agavi di pianura e di montagna provenienti da fonti sostenibili”.

L’azienda prosegue inoltre dicendo che la tequila è stata invecchiata per 15 mesi in botti di rovere francese e possiede note di frutta, vaniglia, cannella e pepe.

Il piedistallo di Tesla Tequila
Il piedistallo. Fonte: Tesla Tequila

Una scelta di differenziazione dell’offerta alquanto insolita ma in realtà molto intelligente: il re delle automobili elettriche non si era mai messo in gioco nel campo food & beverage, anche perchè di solito macchine e alcool non sono una buona combinazione.

Tuttavia, qui il concept lascia intendere che forse è meglio collezionare la bottiglia, e continuare a sfrecciare con l’automobile. Un duo perfetto per esaltare la customer experience e sentirsi parte della famiglia Tesla sia su strada sia nella propria casa.

+5
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Comunicazione

La psicologia dei colori nella pubblicità

La psicologia e le neuroscienze confermano ormai che i colori, se usati sapientemente, possono diventare un importantissimo strumento di marketing e comunicazione soprattutto in ambito

Leggi »