Prada lancia la collezione Re-Nylon: verso un’alta moda più sostenibile

Oggi sempre di più il concetto di sostenibilità è alla base di qualsiasi strategia di business ed è un tema che le aziende non possono ignorare.

In particolare, si stima che il settore della moda sia responsabile del 20% dello spreco globale dell’acqua e del 10% delle emissioni di anidride carbonica. Alla luce di questi dati, i principali marchi mondiali della moda, soprattutto nel segmento del lusso, si stanno muovendo verso proposte più sostenibili e responsabili.

Un esempio a tal proposito è Prada che ha recentemente lanciato Re-Nylon, una collezione che prende vita da tessuti in nylon completamente sostenibili.+

Collezione Re-Nylon di Prada, vetrina
La nuova collezione Re-Nylon di Prada. Fonte: Prada

Il tessuto in nylon di Prada è ormai un marchio di fabbrica fin da quando, negli anni ’80, Miuccia Prada pensò di sovvertire l’idea dello sfarzo tipico dell’alta moda, introducendolo nelle proprie collezioni.
Tuttavia, esso è pur sempre una fibra sintetica, poco sostenibile, la cui produzione ha un alto impatto ambientale e che causa un considerevole rilascio di CO2 nell’atmosfera.

Da maison sempre più attenta al proprio impatto sull’ambiente, Prada si è quindi posta come obiettivo quello di abbandonare la produzione e l’impiego di nylon vergine, per adottare delle soluzioni sempre più ecosostenibili.

“Il nostro obiettivo è convertire tutto il nylon vergine Prada in Re-Nylon entro la fine del 2021. Il progetto riflette il nostro costante impegno in materia di sostenibilità.” – Lorenzo Bertelli, Head of Marketing & Head of CSR Prada S.p.A.

La collezione Re-Nylon

È da questo concetto che nel 2019 nasce la collezione Re-Nylon. Il progetto è stato inizialmente lanciato come capsule collection, comprendente sei modelli classici di borse per uomo e donna realizzati in nylon ecologico, 100% sostenibile.

Collezione Re-Nylon
Fonte: Prada

Oggi, Prada ha fatto un passo avanti verso il lusso sostenibile, ampliando la gamma di prodotti e introducendo il nylon rigenerato anche nell’abbigliamento e nelle calzature.

In particolare, la maison ha modificato i due tessuti rappresentativi delle proprie collezioni: il Gabardine di nylon e il nylon Piuma, rendendoli ecosostenibili.
Un cambiamento così radicale non è altro che un’evoluzione dell’iconico tessuto del marchio, in un settore, quello del lusso sostenibile, in cui Prada si riconferma protagonista.

Su tutti i capi, inoltre, lo storico logo di Prada con forma triangolare è ridisegnato con una freccia al suo interno, simbolo del rinnovamento e dell’infinito riutilizzo del tessuto.

Zaino in nylon della collezione Re-Nylon
Nuovo logo per la collezione Re-Nylon – Fonte: Prada

La collaborazione con Aquafil

Re-Nylon nasce dall’incontro con Aquafil, azienda italiana produttrice di fibre sintetiche, che da anni investe nella ricerca e sviluppo di materiali sostenibili.

Frutto della collaborazione è Econyl, un filo di nylon rigenerato, ottenuto tramite la raccolta di rifiuti plastici negli oceani, come le reti da pesca, o dagli scarti provenienti dalle discariche.
Il nylon recuperato viene poi sottoposto ad un processo di depolimerizzazione chimica, grazie al quale ritorna alla purezza originaria.
La particolarità di questo materiale è che può essere riciclato all’infinito senza perderne la qualità.

Grazie all’utilizzo della fibra Econyl si stima un risparmio di circa 70.000 barili di petrolio, oltre che una riduzione del 90% dell’impatto sul riscaldamento globale, causato dalla produzione di nylon.

Pop up Prada RE-NYLON for Selfridges
Pop up di Prada Re-Nylon per Selfridges – Fonte: Prada

La collezione Prada Re-Nylon è già disponibile in tutto il mondo presso i negozi monomarca, oltre che su prada.com e presso i partner selezionati.

+4
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Comunicazione

La psicologia dei colori nella pubblicità

La psicologia e le neuroscienze confermano ormai che i colori, se usati sapientemente, possono diventare un importantissimo strumento di marketing e comunicazione soprattutto in ambito

Leggi »