Levi’s Second Hand: il programma per dare ai capi una nuova vita

Levi’s propone un modo efficace per salvare l’ecosistema e lo fa partendo proprio dai vestiti.

Levi Strauss userà robot per rifinire i jeans, al posto degli operai - Il Post

 

Siamo abituati a comprare e a cambiare outfit giornalmente, affezionandoci sempre più ai soliti quattro capi che indossiamo. Che fine fanno gli indumenti che non usiamo più?  Quasi sicuramente verranno gettati nella pattumiera. Secondo quanto riporta la fonte, il 64% dei 32 miliardi di vestiti prodotti durante l’anno, purtroppo, fa questa fine.

L’impresa ha quindi deciso di salvare i prodotti di abbigliamento ancora utilizzabili. Come? Prolungando la loro vita.

Il contributor avvia la rielaborazione

Le  felpe e i nostri pantaloni verranno consegnati ai negozi inerenti all’iniziativa e lì  saranno puliti  e lavorati, senza l’utilizzo di acqua e tinture, per dar luce ad un nuovo prodotto, sperando che un’altra persona possa innamorarsi e farne buon uso. Noi, che invece abbiamo consegnato il vestiario, avremo in cambio un buono regalo altrettanto utile. Il valore verrà decifrato una volta ripristinato il capo pronto alla vendita in negozio.

Levi’s ha riscontrato che, delle volte i vestiti sono rovinati e non fattibili al ripristino nelle loro aziende. Perciò, hanno deciso comunque di ringraziare il contributor attraverso un piccolo buono da spendere in store,  per aver secondo il programma Levi’s, salvato l’ambiente. Le stoffe inutilizzate, invece, saranno consegnate nelle mani di Renewcell, conosciuta come ditta specializzata nel riciclaggio di tessuti.

Il successo del programma stipulato e presentato da questa società permette a noi e alla natura di salvare all’incirca l’80% delle emissioni di CO2 e 700 grammi di rifiuti.

Il direttore dell’azienda e i dipendenti Levi’s vogliono lasciare un segno per dare voce all’ambiente con un tocco di stile tutto second hand.

+4
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Comunicazione

La psicologia dei colori nella pubblicità

La psicologia e le neuroscienze confermano ormai che i colori, se usati sapientemente, possono diventare un importantissimo strumento di marketing e comunicazione soprattutto in ambito

Leggi »