È nata prima Heinz o il ketchup?

Uno degli obiettivi in testa alle classifiche nella quotidianità aziendale è rendere i propri brand iconici e memorabili. Nel contesto di originale appartenenza, ossia l’ambito religioso, le icone erano rappresentazioni semplici di un messaggio complesso.

Questa è l’aspirazione dei brand al giorno d’oggi: far sì che i propri prodotti siano memorabili e immediatamente riconoscibili agli occhi del cliente. Come? Attraverso una grafica semplice, pulita, accattivante, semplice da memorizzare. Affinché un brand raggiunga lo status di iconicità, è necessario che si impegni su due fronti: la semplificazione di un messaggio complesso, che deve racchiudere in sé la cultura, l’identità e i valori dell’azienda, e il coinvolgimento degli stakeholders, che devono sentirsi parte integrante della corporate.

ketchup

Non c’è iconicità senza coinvolgimento

È ormai innegabile l’elevata importanza che le aziende attribuiscono ai propri stakeholder per restare al passo coi trend. In un mondo in cui il consumatore acquisisce un potere sempre più ampio, arrivando dunque a ricoprire un ruolo attivo all’interno del panorama commerciale, è fondamentale che le aziende gli dedichino sempre più spazio e attenzione.

Ultimamente, infatti, sta prendendo piede il concetto di co-creazione, declinabile sotto molteplici punti di vista, quali il corporate branding e le caratteristiche dei prodotti sul mercato. Con un’evidente call to action al cliente, le aziende sempre più spesso coinvolgono il consumatore nella creazione del valore dei prodotti e servizi che erogano.

Sono tanti i sovrani nel mondo degli Iconic Brand: basti pensare a Nike e alla sua celebre ala (rappresentazione stilizzata della Nike di Samotracia), o ad Apple, che ha come logo una mela bianca bidimensionale morsicata.

Heinz e la limited edition #drawketchup

In queste prime settimane del 2021, un altro brand ha occupato un posto di rilievo sul podio dei brand più iconici di sempre. Stiamo parlando di Heinz, famosissima marca che produce ketchup. Da un recente studio messo in atto dal brand, in cui si è chiesto a un ampio campione di persone provenienti da diverse parti del mondo di disegnare del ketchup, è emerso che la maggior parte dei tester fa un collegamento diretto tra la parola “ketchup” e Heinz.

Infatti, in molti (la stragrande maggioranza) hanno disegnato l’iconica bottiglia in vetro di Heinz. Alcuni si sono ricordati dell’etichetta o di alcune caratteristiche di essa, altri del numero 57 posizionato sul collo della bottiglia, ma in quasi tutti i casi il riferimento al brand è stato immediato.

Un accaduto simile non è passato inosservato, e la palla è stata colta al balzo da un’agenzia canadese, Rethink, che ha chiesto ai cittadini di inviare il disegno da loro realizzato a mano della bottiglia di Heinz, promettendo di riprodurlo su una reale bottiglia di ketchup in vendita. Con questa iniziativa, fino al 31 gennaio i clienti potranno così disegnare una versione personalizzata dell’iconico ketchup, inviarlo al sito drawketchup.ca, avere la possibilità di vederlo realizzato realmente e magari di comprarlo.

In questo modo ci sarà sul mercato una limited edition caratterizzata da un altissimo livello di partecipazione da parte dei clienti, che a maggior ragione saranno incentivati a mettersi in gioco e ad acquistare il prodotto.

Il premio in palio

Gli autori dei 250 disegni più belli e rappresentativi riceveranno in premio una box contenente le loro bottiglie personalizzate. Daniel Gotlib, Associate Director of Brand Building & Innovation di Kraft Heinz Canada ha commentato:

“Per tante persone in tutto il mondo Heinz Ketchup è l’unica opzione disponibile. Volevamo scoprire quell’associazione istintiva e intuitiva che i consumatori stringono tra ketchup e Heinz. Quando abbiamo chiesto loro in modo anonimo di disegnare semplicemente ketchup, abbiamo imparato che quando le persone pensano al ketchup, pensano e visualizzano Heinz: dal nostro colore rosso al nome distintivo, dall’etichetta e, naturalmente, alla nostra iconica bottiglia di vetro. Così siamo entusiasti di dare loro la possibilità di celebrare il loro amore per il marchio offrendo l’opportunità di vedere i loro disegni prendere vita su bottiglie personalizzate.”

Customer care come punto di forza

L’iniziativa dimostra l’elevata customer care che Heinz dedica ai propri consumatori e l’attenzione massima che pone sui loro bisogni e necessità. Il cliente si fidelizza quando si sente considerato e coinvolto, e soprattutto quando gli si propone un’offerta personalizzata che risponda alle sue esigenze, le quali sono in costante evoluzione. Oltre, dunque, a rendere il cliente partecipe della scalata del brand verso l’iconicità, dimostra anche di tenere in alta considerazione la situazione in cui oggi si è costretti a vivere a causa del Covid 19, tentando di alleviare con un tocco di arte e ironia la situazione difficile e delicata che molti stanno affrontando da ormai un anno.

Bottigliette Heinz
Limited edition Heinz, Gennaio 2021

Non è la prima volta che Heinz stupisce con una proposta dai toni tanto accattivanti e al passo coi tempi. Il riferimento è alla recente limited edition, lanciata dal brand per Halloween 2020. Non è un segreto che la notte delle streghe sia una festività ormai popolare anche in Italia: Heinz ha colto la forza dell’evento, creando per i suoi clienti italiani 50 vasetti contenenti Heinz Tomato Blood. Con una call to action lanciata sulla pagina Instagram @Heinz_it, il brand in questione chiede ai consumatori di commentare un post scrivendo l’abbinamento più spaventoso che avrebbero osato fare con la salsa, taggando un amico e inserendo l’hashtag #Heinzoween.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Heinz Salse (@heinz_it)


Quindi, se si dovesse pensare a una parola che descriva appieno Heinz, sicuramente una papabile risposta sarebbe iconicità

+4
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Comunicazione

La psicologia dei colori nella pubblicità

La psicologia e le neuroscienze confermano ormai che i colori, se usati sapientemente, possono diventare un importantissimo strumento di marketing e comunicazione soprattutto in ambito

Leggi »