Ford Mach-Eau, benzina in boccetta

La scienza è molto chiara sul punto: è stato dimostrato che il benzene agisce sui nervi recettori dell’uomo, causando un effetto temporaneo di euforia. In effetti, l’odore della benzina è uno dei preferiti di molti, lo dimostrano i risultati di un sondaggio, secondo cui un acquirente di auto elettriche su cinque afferma di sentire la mancanza di questo effluvio quando non effettua rifornimento.

Da qui nasce l’originale idea di marketing di Ford, che con l’acquisto dell’ultima Mustang Mach-E 100% elettrica decide di regalare in omaggio una boccetta di profumo al sapore di benzina. La fragranza è realizzata infatti con estratti di gomma, legno e mandorle, le cui proprietà ricordano l’odore del benzene.

Ford Mach Eau
Fonte: Motor1.com

Il prodotto nasce dalla collaborazione con Olfiction e l’Associate Profumier Pia Long. Si tratta di un’aroma irresistibile ai nasi più sopraffini, inserito peraltro in una boccetta che ricorda la forma di una pompa di benzina. Questi due aspetti insieme influenzano sia la percezione olfattiva che quella visiva. Il packaging è provvisto di logo Mustang, e il nome scelto per il prodotto è Mach-Eau.

Si tratta di un brillante esempio di marketing della nostalgia, che punta tramite una sensazione olfattiva al risveglio di un’emozione per ciò che è perduto, o come in questo caso, sta per esserlo. Questa funzionale strategia fa leva sulla memoria, e mira a rigenerare un legame emozionale con il passato, tramite l’utilizzo di immagini e messaggi che rievocano frammenti di un tempo che non esiste più.

vecchia pompa della benzina
Una vecchia pompa di benzina.

Ford vuole che i propri clienti possano godere dei vantaggi che la nuova tecnologia automobilistica offre, in termini di potenza, risparmio ed emissioni, senza però far mancar loro quel legame profondo col passato. Ugualmente, le avanzate e recenti tecniche di neuromarketing non mancano di certo nell’ideazione di una simile strategia, in cui il valore e la potenza dell’elemento olfattivo emergono con prepotenza.

marketing olfattivo
Il marketing olfattivo basa le proprie strategie sulla forza degli odori, che risvegliano emozioni nelle persone, più propense ad acquistare un prodotto a dispetto di un altro.

Ecco quindi la ricetta perfetta, fatta di creatività e sagacia, pensata per coinvolgere il lato emozionale dei propri clienti nel processo di acquisto. Un gesto semplice ma efficace da parte dell’azienda, due ingredienti fondamentali per il successo.

Per qualsiasi segnalazione relativa al contenuto dell’articolo, contattaci pure a [email protected] fornendo tutte le informazioni necessarie per risolvere tempestivamente la segnalazione.

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Facebook
Advertising

Come individuare i giusti KPI per Facebook ADS

Impostare le campagne Facebook correttamente richiede preparazione e abilità affinché siano performanti, ma come valutare successivamente i dati raccolti per definire l’efficienza dei propri annunci?

Leggi »