Clubhouse, dalla A alla Z: la guida per iniziare ad utilizzarlo al meglio

Sono passate settimane da quando Clubhouse è stato considerato una novità, ma ancora in molti neofiti della piattaforma si chiedono in che modo si utilizzi.

Con la guida qui proposta verrà indicato come accedere alla piattaforma e come imparare a destreggiarsi tra le stanze, i club e gli inviti.

Clubhouse
L’app Clubhouse. Fonte: Google Immagini

Cos’è e come nasce questa novità

Clubhouse è un social media che permette di utilizzare un unico strumento: la propria voce. Ciò permette di creare contatti meno freddi e raggiungere un livello di empatia che solamente parlando si può percepire.

Nasce a maggio 2020 e da qualche mese viene utilizzato anche in Italia. Si accede solo su invito, motivo per cui è stato scelto da molte celebrities, alla costante ricerca di un luogo più tranquillo e sicuro in cui potersi esprimere. Non si può diffondere ciò che accade all’interno della piattaforma e ci sono delle linee guida per mantenerlo un posto “pulito”, evitando lo spam e gli hate speech che dilagano altrove sul web.

Le conversazioni avvengono in room, stanze tematiche che vengono consigliate dall’algoritmo in base agli interessi espressi dagli utenti stessi.

Cuffie per ascoltare clubhouse
Fonte: Google Immagini

Scaricare l’app

Attualmente esistente solo per sistemi iOS, Clubhouse è comodamente scaricabile dall’App Store. I creatori non hanno ancora annunciato una data certa, ma è sicuro che vedremo prossimamente anche la versione per Android.

Una volta scaricata l’app, gli scenari possibili sono due:

  • Se l’utente ha avuto accesso tramite invito, viene richiesto di creare un profilo con i propri dati;
  • Se l’utente non ha ancora ricevuto un invito può richiedere di posizionarsi in waitlist e intanto registrare il suo nome utente, così da assicurarsi che non venga scelto da altre persone al posto tuo.

Gli inviti e la Waitlist

Nella prima opzione sopra definita, il profilo già attivo sulla piattaforma che permette l’accesso ad un altro utente si assume la responsabilità per le azioni dell’invitato all’interno di Clubhouse.

Chiunque entri in CH infatti ha a disposizione 2 inviti e, normalmente, dopo qualche giorno, ne riceve altri 3 per invitare i suoi amici all’interno della piattaforma e permettergli di partecipare alle conversazioni.

Nella sezione notifiche, invece, una volta dentro si potrebbe ricevere un messaggio che avvisa di un proprio contatto che si trova al momento in Waitlist. “Vuoi farlo entrare senza utilizzare i tuoi inviti? Sarai responsabile per lui”, recita la voce dedicata.

Diventa importante quindi ponderare le proprie scelte, perché se un utente invitato da un profilo non rispetta le linee guida della piattaforma, sarà “bannato” insieme proprio al profilo che ne ha permesso l’accesso.
Ciò avviene per due motivazioni molto semplici:

  • Cercare di mantenere la piattaforma “pulita”;
  • Evitare un aumento immediato di utenti nella piattaforma, così da poter controllare meglio la funzione stessa dell’app ed evitare che i sistemi vadano in affanno.Clubhouse

Linee Guida della piattaforma

Quali regole bisogna rispettare per evitare di essere espulsi da Clubhouse?

  • Non registrare o diffondere materiale interno della piattaforma;
  • Non intervenire con termini o espressioni che possano essere offensive, razziste, discriminatorie o che siano molestie di qualsiasi genere.

Non sembra troppo difficile, no? Eppure, sono già avvenuti casi di utenti rimossi.

Esprimere i propri interessi all’algoritmo

Clubhouse chiederà da subito al nuovo utente di comunicare i suoi interessi e suggerirà dei profili da seguire. Le categorie proposte sono le più disparate, dalla comunicazione, al marketing, alle religioni, allo sport e tanto altro.

Le preferenze possono essere aggiornate in qualsiasi momento e sarà l’algoritmo a selezionare per te le stanze più pertinenti in base a:

  • Gli interessi indicati;
  • I profili seguiti.

Trovare gli utenti sarà facile perché la maggioranza utilizza il proprio nome reale oltre allo username, come richiesto dalla piattaforma stessa, quindi ci si può sbizzarrire a spulciare i vari profili per trovare quelli più affini agli interessi di ognuno.

Ogni volta che le persone seguite entrano in una stanza o ne iniziano una, la piattaforma invierà una notifica all’utente.

Clubhouse

Come comporre la Bio

Una volta entrati nella piattaforma con il nome utente, il nuovo membro di Clubhouse potrà collegare il proprio account Twitter e Instagram, oltre ad inserire il nome e la foto. Sarà inoltre possibile creare una Bio.

Non si tratta dei soliti 150 caratteri, ma di molto più spazio che viene concesso per inserire delle informazioni “catchy”. Oltre agli interventi parlati nelle Room, questo è infatti l’unico modo per attirare l’attenzione degli altri utenti. Qui si inseriscono, quindi, interessi, cosa l’utente fa nella vita, qualche citazione che lo rappresenta o qualsiasi altra cosa che vuole rendere visibile agli altri membri.

Clubhouse

Cosa compare nella home

Prendiamo confidenza con la prima schermata che si aprirà di fronte ogni volta che Clubhouse verrà aperto. Troveremo in alto una fila di icone di cui parleremo in seguito. Iniziamo dalla parte centrale:

Icone centrali

Il riquadro più chiaro in alto contiene le Room già programmate che si terranno prossimamente, di cui si possono già vedere le informazioni in anteprima.
Gli altri riquadri bianchi in home sono le stanze in corso e per entrarci basterà cliccarci sopra. Le icone a forma di omino mostrano quante persone si trovano all’interno della stanza, mentre i fumetti mostrano quante persone hanno preso parola nella stessa.

Icone in basso

In basso troveremo il tasto per iniziare una room sul momento e in basso a destra un pulsante per vedere quali dei contatti seguiti sono online e disponibili per chattare. Per “Chat” si intende il termine inglese, quindi chiacchierare. Grazie ad essa viene data la possibilità di aprire una stanza privata per parlare con gli altri.

Icone in alto

Torniamo alle icone in alto nella Home.
A sinistra compare la lente di ricerca, da cui si possono cercare profili e club, oltre a trovare i suggerimenti per le persone da seguire.
Le altre icone sono rispettivamente:

  • La busta scintillante: il luogo dove si possono controllare quanti inviti sono rimasti ed invitare amici ad entrare in CH;
  • Il calendario: dove si possono consultare gli eventi in arrivo o, cliccando il calendario con il più che compare in alto a destra, programmare una Room così che sia visibile anche agli altri utenti;
  • Una campanella: dove sono inserite tutte le notifiche;
  • La tua foto profilo:  porterà direttamente alla sezione personale che servirà per cambiare bio, gestire le impostazioni, ecc.

Clubhouse

Notifiche

Le notifiche servono per essere sempre aggiornato e consultare autonomamente le room in corso. Dal profilo si può cliccare sul simbolo dell’ingranaggio in alto a destra per entrare nella sezione impostazioni.  La prima voce che apparirà è “Notifications>Frequency” dopo potranno essere impostare quante notifiche al giorno vogliamo ricevere, molto dipenderà anche da quante persone seguiamo e quanti interessi abbiamo segnalato.

Cosa si può cercare

Nella schermata principale potremo notare il simbolo della lente d’ingrandimento, che ci permette di compiere delle ricerche su 2 categorie:

  • Persone, sia con il nome utente (@…) che con il nome e cognome, dato che la piattaforma richiede quelli reali, anche se non è obbligatorio;
  • Club, gruppi già creati di cui parleremo in seguito.

Qui, inoltre, verranno segnalati dei profili che potresti essere interessato a seguire.

“Posso cercare le stanze?” No. L’algoritmo di Clubhouse è stato creato in modo da fornire già tutte le alternative interessanti per noi. Per veder comparire una stanza a cui siamo interessati, possiamo iniziare a seguire chi l’ha organizzata o chi vi partecipa anche solo come uditore, e indicare il macro-argomento che sarà trattato tra i tuoi interessi.

Inoltre, le persone che seguiamo e che ci seguono possono segnalarci delle stanze inviandoci una notifica una volta dentro una stanza. Per entrare nella room, clicca il + in basso a destra e seleziona chi vuoi invitare.

La netiquette nelle stanze

Dopo aver individuato una stanza interessante possiamo cliccarci sopra ed entrare come uditori. In alto compariranno le persone che hanno parola e nella seconda sezione tutti quelli che ascoltano.

All’interno troveremo 3 tipologie di persone:

  1. Moderatori, caratterizzati da un simbolo circolare verde, sono coloro che possono decidere chi può parlare e il tipo di stanza;
  2. Speaker, chi ha diritto di parola ed è posizionato nella parte alta della room assieme ai moderatori;
  3. Ascoltatori, chi decide semplicemente di ascoltare.

Quando si entra, lo si fa in automatico in modalità uditore, a meno che una persona non sia tra gli organizzatori o gli ospiti della Room.
Se un uditore vuole parlare,  può cliccare il simbolo con la manina in basso a destra e i moderatori potranno decidere se avere la parola o meno.  Saranno  loro stessi a invitare a parlare e, in tal caso, vedremo comparire una notifica da accettare o rifiutare.

È buona educazione, quando si è tra gli speaker, premere sul pulsante con il microfono così da mettersi in muto quando non si ha niente da dire ed evitare fastidiosi rumori di sottofondo che potrebbero compromettere l’ascolto degli altri uditori. Importante e fondamentale sarebbe individuare chi effettivamente ha il muto o no al microfono per notare nel dettaglio chi vorrebbe aver parola.

Come creare o programmare una stanza

Se una persona vuole trattare un argomento, può farlo creando una stanza, quindi cliccando il pulsante verde “Start a Room” in basso nella Home.
Le stanze che si possono creare sono di 3 tipi:

  • Open: tutti possono parlare liberamente;
  • Social: si entra come moderatore e se ne possono selezionare altri, che decidono a loro volta chi accettare o invitare a parlare;
  • Closed: si può scegliere chi includere nella stanza, che non sarà visibile dagli altri utenti.

Se invece si vuole programmarla in anticipo, occorre andare nella sezione calendario e cliccare sull’icona in alto a destra, così da creare un tuo evento, inserendo gli altri protagonisti e l’argomento della conversazione.

Calendar
Fonte: screenshot

A tutte le persone che seguono l’utente o con cui lui stesso ha dei collegamenti in comune, comparirà negli upcoming events e riceveranno una notifica per partecipare all’evento stesso.

Cos’è un Club e come crearlo

Il Club è un gruppo chiuso di utenti che normalmente organizza degli eventi ricorrenti e sono gli unici che all’interno delle loro room possono registrare i contenuti.

Clubhouse
Fonte: Google Immagini

Ogni utente attivo, cioè che ha aperto almeno 3 rooms durante la settimana, può creare un Club direttamente dal proprio profilo nella sezione impostazioni. Entrando nella sezione FAQ/Contatti, si troverà un link dedicato dov’è indicata la procedura per creare un Club.

Nella richiesta si dovrà precisare il nome, la descrizione e programmare una frequenza di eventi. Starà poi allo staff decidere se accettare o meno la tua richiesta.

Perché Clubhouse è considerato così innovativo

Si tratta della prima applicazione che si basa solamente sulla voce ed è considerato la nuova frontiera dei social media per la sua volontà di controllare i contenuti.

La sua caratteristica elitaria, data dall’ingresso su invito, inoltre, ha fatto si che i pionieri della piattaforma non fossero soltanto persone coinvolte nel mondo digital, ma anche celebrità di ogni genere sia in USA che in Italia.

Quante volte nella vita può succedere di entrare in una stanza e ascoltare o magari addirittura scambiare quattro chiacchiere con personaggi dal calibro di Montemagno, e altri big del mondo digital, e non solo? Ma anche semplicemente di parlare con star del mondo dello spettacolo come Morgan, Biagio Antonacci o altri che si approcciano direttamente ai partecipanti, con l’uso della voce e non attraverso chi gestisce le altre loro pagine social.

Ora la community si sta allargando sempre di più, ma il fattore-invito ha creato questa partenza con il botto e un eco mediatico attorno a CH.

Cosa aspettarsi

Clubhouse probabilmente continuerà a crescere e troverà il modo per monetizzare il suo utilizzo, si spera senza snaturare i buoni propositi di partenza.

In molti si aspettano che dopo la fine dell’emergenza sanitaria le persone torneranno ad incontrarsi e non ci sarà più spazio per questo social. Ma chi si trova già all’interno smentisce, vedendola come una splendida opportunità di dialogo e di contatto con persone lontane o anche sconosciute, che ogni giorno interagiscono nelle room.

Per qualsiasi segnalazione relativa al contenuto dell’articolo, contattaci pure a [email protected] fornendo tutte le informazioni necessarie per risolvere tempestivamente la segnalazione.

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Facebook
Advertising

Come individuare i giusti KPI per Facebook ADS

Impostare le campagne Facebook correttamente richiede preparazione e abilità affinché siano performanti, ma come valutare successivamente i dati raccolti per definire l’efficienza dei propri annunci?

Leggi »